Eccoci nuovamente insieme Dr. Rabbia. È passato un anno e mezzo dall’ultima volta chissà quante cosa avrà da raccontarci

Buongiorno e ben trovata a lei. Non mi ero accorto che fosse passato così tanto tempo dall’ultimo incontro. 

Era fine 2020 e lei ci manifestò le sue aspettative per l’anno a seguire: le ha soddisfatte?

Non completamente. Il 2021 è stato un anno molto difficile segnato dalla crescita dei prezzi e dalla difficoltà nel reperimento dei materiali. Fortunatamente una buona programmazione ci ha permesso di sostenere ancora una volta una crescita a doppia cifra ed in linea con il nostro bdg (+34%), ma la marginalità si è ridotta sensibilmente perché non siamo stati sufficientemente reattivi ad affrontare la crescita dei costi

Con una crescita del 34% ci sarebbe da essere entusiasti, non sarà troppo esigente?

Non ho mai considerato il valore di un’azienda dal volume di fatturato ma sempre dalla sua capacità di creare profitti; FMT si era data un obiettivo di crescita ed uno di marginalità: abbiamo mancato quello più importante quindi non posso essere soddisfatto in pieno

E per quest’anno ha già una previsione?

Ovviamente. FMT ha un piano industriale a tre anni e un dettagliato bdg per il 2022. Il nostro obiettivo fino a qualche mese fa era quello di continuare a crescere allo stesso ritmo degli ultimi due anni ritornando alla marginalità di piano, la situazione geopolitica e la crisi energetica potrebbero modificare i nostri target

Era un argomento che non volevo trattare ma visto che ha introdotto lei l’argomento, qual è la sua opinione sulla guerra in Ucraina?

La stessa opinione che ho per tutte le guerre che si combattono nel mondo e che troppo spesso vengono dimenticate perché lontane o perché non impattano nelle nostre vite: la guerra non è mai la migliore soluzione in una contesa, mai!

State subendo impatti pesanti?

FMT negli scorsi anni ha investito molto nei mezzi alimentati a metano, la crescita esponenziale del prezzo del LNG ha inevitabilmente avuto impatti sui costi. Fortunatamente quasi tutti i nostri clienti sono intervenuti con adeguamenti abbastanza in linea con l’aumento dei prezzi del carburante, riducendo un impatto che poteva essere devastante. Vediamo se anche il Governo si muoverà per aiutare un settore strategico che rischia di andare al collasso

Il Governo ha ridotto le accise sul carburante, non è sufficiente?

Non solo non è sufficiente ma è un provvedimento dannoso se non trovassero dei correttivi. Il settore dell’autotrasporto beneficia già di un sistema di riduzione del costo delle accise, premiante per i mezzi moderni e meno inquinanti (Euro V ed Euro VI); con questo provvedimento il Governo ha esteso a tutti i veicoli il beneficio sospendendo però quello premiante. In questo modo chi ha mezzi vecchi, inquinanti e magari poco sicuri ha avuto un aiuto significativo, quelli che hanno investito, come FMT, nel ringiovanimento della propria flotta hanno ricevuto un aiuto minimo, pari alla differenza tra la riduzione attuale e quella precedente.

Progetti non numerici per quest’anno?

Il più appariscente, come avrà notato, è il trasferimento della sede direzionale nel nuovo sito di Capena, che speriamo di inaugurare in coincidenza con i 30 anni di FMT; abbiamo anche iniziato il percorso di certificazione ISO9001 e ISO14001 per rafforzare la qualità dei nostri processi aziendali e per dare un contributo tangibile al rispetto dell’ambiente; uno sviluppo commerciale che ci permetterà di affacciarci in nuovi business continuando così a diversificare la nostra offerta. Questi i principali progetti per il 2022

Come sempre non le piace restare con le mani in mano

Mi pare di averle già detto un’altra volta che mi piace lavorare

Non ci resta che fissare una data per la prossima chiacchierata, mi invita all’inaugurazione della vostra splendida nuova sede?

Come potrei non farlo

Grazie mille

Prima di salutarla vorrei augurare una buona Pasqua lei ma soprattutto alla grande famiglia FMT fatta di lavoratori meravigliosi che ogni giorno rafforzano la nostra azienda con le loro capacità e i loro suggerimenti che ci aiutano a migliorare. Per tutti loro i miei ringraziamenti non saranno mai abbastanza grandi.

Condividi: